Città delle persone

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune mette al centro la persona: ne riconosce la dignità, ne promuove il ben-essere, ne sviluppa l’autonomia

Como ha bisogno di ritrovare la sua identità, quella di una città che:

  • Riconosce e tutela i diritti fondamentali (al lavoro, a una casa decorosa, alla salute, all’istruzione, alla libertà di culto, alla sicurezza di tutti coloro che la abitano).
  • Riconosce il valore della diversità e la dignità della persona in ogni condizione e garantisce l’uguaglianza dei diritti nella pluralità dei bisogni.
  • Promuove la cultura dell’accoglienza e della solidarietà, favorendo la partecipazione dei cittadini e delle cittadine alle scelte dell’amministrazione.
  • Riconosce e valorizza il talento e il ruolo delle donne e ne favorisce l’accesso e la permanenza nel mercato del lavoro.
  • Promuove le azioni che hanno come obiettivo l’integrazione degli stranieri, il dialogo intergenerazionale, il superamento dei pregiudizi, il pieno inserimento sociale e lavorativo.

Barriere

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune abbatte le barriere, non solo fisiche, ma anche culturali e sociali.

Le azioni da realizzare:

  • Riattivazione delle politiche attive del lavoro tramite progetti per lavoratori in mobilità o disoccupati.
  • Revisione, tra le priorità della pianificazione urbanistica, del domicilio sociale (housing).
  • Realizzazione di alloggi in affitto per coppie di persone disabili a prezzi contenuti, di “case famiglia” per disabili gravi rimasti senza genitori e parenti, di percorsi protetti e privi di barriere architettoniche per minori, anziani, disabili.
  • Aumento significativo dei parcheggi dedicati a persone disabili e del controllo del loro corretto utilizzo.
  • Monitoraggio e gestione delle situazioni di sofferenza degli anziani con le caratteristiche della cronicità, sia in senso medico-clinico che sociale.
  • Cura degli spazi di animazione, cultura e ricreazione.
  • Istituzione di una Consulta degli stranieri residenti, sul modello delle esperienze europee.
  • Collaborazione per individuare idonei luoghi per l’esercizio del culto per tutte le religioni.
  • Sviluppo di possibilità aggregative per l’integrazione fra giovani italiani e non.
  • Revisione dell’attuale modalità di ricorso a borse-lavoro per ex-carcerati, persone che scontano la pena con affidamento ai servizi (in prospettiva sempre più numerose).
  • Piani di educazione e recupero per giovani tossicodipendenti, persone con problemi mentali, marginalizzate.

Bisogni

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune ascolta i bisogni, informa e condivide, promuove la collaborazione e le reti tra gli attori sociali

Le azioni da realizzare:

  • Realizzazione di un data-base delle risorse (strutture e servizi) già disponibili nel territorio (Enti pubblici, privati, associazioni).
  • Mantenimento della gestione diretta da parte dell’Ente Locale dei servizi alle persone, in particolare quelli che debbano assicurare continuità di presenza (assistenza sociale).
  • Attivazione di un Osservatorio permanente dei bisogni sociali, accessibile a tutti gli operatori del settore sociale, e di sportelli decentrati.
  • Istituzione del “Front office” dei Servizi sociali comunali, con professionalità adeguate che offrano indicazioni puntuali dei Servizi.
  • Pubblicazione di Carta dei servizi e Codice etico.
  • Implementazione e cura di un proprio sito internet dedicato al sociale.

Famiglia

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune aiuta la famiglia a essere famiglia

Le azioni da realizzare:

  • Tutela della famiglia, sia come struttura formale, sia come nucleo affettivo, con tutti gli strumenti possibili e riattivazione di organismi che avrebbero già dovuto essere operativi, come la Consulta delle associazioni familiari.
  • Investimento nel sostegno alla genitorialità, mantenendo e potenziando i servizi comunali alla prima infanzia, garantendone l’accesso a tutti i bambini.
  • Ampliamento della rete dei servizi disponibili anche attraverso l’integrazione tra pubblico e privato e supporto al lavoro di cura.
  • Implementazione dei processi di conciliazione famiglia-lavoro sperimentando nuovi modelli di collaborazione pubblico-privato. In particolare, sostegno alle buone pratiche di welfare aziendale per le piccole medie imprese del territorio e attuazione dell’accordo territoriale sulla conciliazione famiglia-lavoro sottoscritto anche dal Comune di Como il 23.06.2011.
  • Collaborazione con le associazioni per favorire i servizi di trasporto a richiesta per disabili/anziani con prezzi calmierati.
  • Politiche dei tempi e degli orari della città che, riconoscendo il valore sociale della famiglia e della maternità, facilitino la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro ed interventi su costi, logistica e mobilità per migliorare l’accessibilità dei servizi.
  • Sostegno alle attività delle associazioni femminili e dei centri antiviolenza.

Qualità dei servizi

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune garantisce la qualità dei servizi favorendo la relazione tra operatori e assistiti

Le azioni da realizzare:

  • Promozione di iniziative per la realizzazione del “sistema della rete di servizi sociali”.
  • Istituzione di graduatorie per la stabilizzazione del personale precario.
  • Attivazione di criteri prioritari di qualità (attenzione alla persona e alla famiglia, garanzie contrattuali ai lavoratori, controlli della effettiva realizzazione ed esecuzione) nell’affidamento di servizi al “Privato sociale”.
  • Percorsi preferenziali per progetti di co-progettazione e co-gestione fra Ente pubblico e operatori privati del sociale radicati nel territorio.
  • Revisione periodica dei parametri per la valutazione delle condizioni di povertà.
  • Monitoraggio permanente delle strutture residenziali e semiresidenziali pubbliche e private e vigilanza sui servizi prestati.

Equità

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune reperisce risorse adeguate e assicura equità

Le azioni da realizzare:

  • Riorganizzazione dei servizi offerti ed un loro maggiore coordinamento, animato dalla consapevolezza che un’organizzazione efficace è la prima strada per recuperare risorse, e che l’investimento sociale è a sua volta una risorsa economica, in quanto previene la cronicizzazione dei problemi.
  • Attivazione di competenze dedicate per il recupero di risorse offerte da Bandi Regionali da Enti, per lo studio, la proposizione, la promozione e il sostegno di progetti finanziabili.
  • Applicazione rigorosa del principio di solidarietà nella determinazione dei costi a carico dei cittadini per servizi a domanda individuale, che prevedono una copertura parziale o totale da parte degli utenti.

Socialità

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Nuvola di parole - Gruppo Sociale

Il Comune promuove la socialità e l’aggregazione dei cittadini

Le azioni da realizzare:

  • Individuazione di sedi facilmente fruibili ed adeguate all’attività di enti ed associazioni.
  • Concessione di spazi circoscrizionali ad associazioni / realtà di quartiere.
  • Promozione di opportunità di “portierato sociale”, per supporto ed accompagnamento presso rioni e/o condomini ad alto rischio di marginalità sociale.
  • Progettazione di interventi per coinvolgere i cittadini nell’animazione e nella cura partecipata del territorio, valorizzando in particolare il ruolo degli anziani.

Città d’acqua

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Cosa vogliamo
Usare responsabilmente la risorsa idrica, razionalizzando i consumi.
Godere di acqua pulita (di qualità) e bella (valorizzata in ogni suo aspetto).
Attuare la gestione pubblica dell’acqua come bene comune.

Le azioni da realizzare:

  • Completamento della rete fognaria separata e gli allacciamenti
  • Risanamento e messa in sicurezza delle rive delle rogge dei torrenti e del lago.
  • Sostegno a  progetti di educazione ambientale.
  • Perseguimento dell’obiettivo di balneabilità del primo bacino del lago.

Aria pulita

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Cosa vogliamo
Mettere al centro la salute dei cittadini. Rientrare in 5 anni nei corretti parametri di qualità dell’aria, operando in modo strutturale e coordinato sui fattori che determinano l’inquinamento.

Le azioni da realizzare:

  • Adozione di tutti i provvedimenti necessari a ridurre il traffico automobilistico, promuovendo la mobilità coi mezzi pubblici, con la bicicletta, a piedi.
  • Controllo sui sistemi di riscaldamento, migliorandone l’efficienza ed eliminando gli sprechi.
  • Incremento del verde pubblico e privato in tutte le sue forme.
  • Predisposizione di campagne d’informazione periodiche e mirate sui problemi ambientali del territorio.
  • Controllo e contenimento degli impianti tecnologici che inducono campi elettromagnetici.

Città energetica

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Cosa vogliamo
Liberare energie. In concreto, incrementare il risparmio di energia e aumentare l’efficienza. Portare l’energia proveniente da fonti rinnovabili oltre il 10% del fabbisogno globale. Creare le condizioni per consentire ai cittadini comaschi di realizzare forti risparmi energetici ed economici in tutti i settori.

Le azioni da realizzare:

  • Adozione di un nuovo regolamento edilizio attento alle problematiche energetiche, con previsione di misure di incentivazione per la riqualificazione energetica degli edifici privati.
  • Individuazione della figura dell’Energy Manager comunale.
  • Attuazione di un programma di ristrutturazione energetica degli edifici pubblici e scolastici.
  • Promozione di nuovi comparti urbanistici “a zero consumi” come esempi di eccellenza.
  • Predisposizione di un piano di sfruttamento di tutte le fonti locali di energie rinnovabili secondo criteri di sostenibilità; un esempio in tal senso può essere rappresentato dall’utilizzo del potenziale termico del lago per realizzare, com’è avvenuto in altre situazioni locali, un sistema di teleriscaldamento alimentato da pompe di calore a servizio dei quartieri prossimi alla riva (es. Tavernola).
  • Localizzazione di nuovi impianti di distribuzione di gpl e metano per l’autotrazione.
  • Programmazione di un piano di riqualificazione dell’illuminazione pubblica con l’utilizzo di lampade a basso consumo.