Cittadini partecipi

Nuvola di parole - Gruppo Economia

Nuvola di parole - Gruppo Economia

L’azione pubblica ha la necessità di rinnovarsi. Ai cittadini saranno proposti nuovi strumenti per partecipare all’amministrazione della nostra città. Un dialogo sereno tra il sistema politico-istituzionale e la popolazione è il cuore della nostra proposta per il governo del “nuovo municipio”. L’obiettivo di coinvolgere maggiormente le cittadine e i cittadini nelle decisioni pubbliche si realizza su tre livelli:- informazione: fornire tutte le conoscenze utili per una partecipazione consapevole;- interazione: attivare meccanismi di dialogo;- consultazione: arrivare a decisioni il più possibile condivise.

Le azioni da realizzare:

  • Completa trasparenza degli atti, delle azioni e delle motivazioni di coloro che amministrano la cosa pubblica, permettendo ai cittadini di sentirsi parte attiva di una comunità e stimolandone il senso di responsabilità civica.
  • Sperimentazione di percorsi di bilancio partecipativo, un procedimento che permette anche ai cittadini non eletti di partecipare alla definizione o alla ripartizione delle finanze pubbliche. Il bilancio partecipativo si rivolge a tutta la città, si ripete nel tempo, include forme di deliberazione pubblica all’interno di assemblee o forum specifici. I suoi animatori devono rendicontare i risultati raggiunti attraverso relazioni, atti pubblici o rapporti sugli esiti concreti.
  • Attivazione di strumenti di e-democracy per promuovere la partecipazione dei cittadini alla vita delle istituzioni tramite le tecnologie informatiche, gestite da piattaforme indipendenti.
  • Misurazione del benessere attraverso il QUARS (Indice di Qualità dello Sviluppo Regionale), un indicatore che individua e collega tra di loro le componenti di uno sviluppo fondato sulla sostenibilità, la qualità, l’equità, la solidarietà e la pace, ed è utile per meglio indirizzare le politiche pubbliche a favore dei cittadini.
  • Consigli di quartiere: data la scomparsa delle Circoscrizioni, è necessario valorizzare la partecipazione attiva con momenti di confronto democratico sui temi specifici dei quartieri, in forma aperta e non condizionata da appartenenze partitiche.
  • Valorizzazione delle possibilità offerte dallo strumento referendario, anche con idonee integrazioni dello Statuto comunale