Città verde

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Cosa vogliamo
Ricollegare la città con il verde, per i cittadini e per il turismo. Valorizzare il verde come sistema, dai giardini di quartiere alle aree naturali, con la difesa delle aree ancora non toccate dall’edificazione. La rinuncia alla prassi della “monetizzazione“ degli standard pubblici. Un disegno del paesaggio all’interno della città, che consideri la riqualificazione del verde urbano una priorità per Como.

Le azioni da realizzare:

  • Realizzazione del Piano del Verde Integrato.
  • Adozione del Regolamento del verde urbano e territoriale.
  • Difesa delle aree agricole produttive di frangia e promozione degli orti urbani.
  • Integrazione dei tracciati verdi con i sistemi di “mobilità dolce” ciclopedonale.
  • Incentivazione alla deimpermeabilizzazione del suolo di aree pubbliche e private.
  • Incentivazione degli interventi di incremento e valorizzazione del verde da parte di privati su aree ed edifici.
  • Promozione della riqualificazione dei cortili scolastici e realizzazione di nuove aree-gioco nei quartieri e in convalle.

Como città futura

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Nuvola di parole - Gruppo Territorio

Cosa vogliamo
La città futura esiste già: mettiamola in comune. Pensiamo ad una Como diversa, costruita intorno ai bisogni dei suoi cittadini attraverso la valorizzazione delle risorse esistenti: infrastrutture collettive, edilizia residenziale pubblica o convenzionata, spazi a verde, piste ciclabili, strutture per la cultura e l’istruzione universitaria, residenze pubbliche e private per studenti, luoghi e servizi per l’aggregazione di giovani e anziani.

Le azioni da realizzare:

  • Rafforzare l’identità della città universitaria internazionale.
  • Connotare la città turistica attraverso un turismo accessibile e sostenibile.
  • Arricchire di funzioni la città per gli anziani, con spazi di aggregazione, coinvolgimento in attività collettive, orti urbani.
  • Arricchire la città per i giovani, con centri polifunzionali giovanili.
  • Favorire la città multicentrica, creando poli di attrazione e luoghi di relazione nei quartieri periferici, e riequilibrando la qualità urbana su tutto il territorio.
  • Connotare la città del lavoro sul versante delle attività rare e di pregio ad elevato contenuto tecnologico, senza abbandonare i settori produttivi storici.
  • Promuovere la città dove la casa è un diritto di tutti attraverso un piano di housing sociale, agendo preferenzialmente sul patrimonio edilizio esistente.
  • Valorizzare la città della cultura con identificazione di luoghi espositivi a carattere multimediale, auditorium per l’ascolto della musica, recupero ex teatro Politeama, spazio espositivo dedicato al razionalismo comasco.